AMO colore 01

                          

 

“Pesciolino, pesciolino!
Mettiti con la coda in mare e con la testa verso di me”.

Dalla Fiaba “Il pesciolino d’oro”

 

Dare immagine, o meglio immaginare, la forma grafica di una kermesse artistica, così come “nominarla” è operazione complessa e impegnativa.
Raccogliere in un unico segno/parola, o in un’immagine simbolica la complessità dell’arte contemporanea cercando di riunirne le sfaccettature e le possibilità potenzialmente infinite è esercizio di concentrazione e  sintesi estrema.

AMARE, è stata la scelta per risolvere il problema, AMARE in prima persona: IO AMO.

IO AMO, l’arte contemporanea nelle sue immagini e nelle sue parole, e ancora di più nei suoi silenzi apparenti, IO AMO il luogo e il territorio che oggi ospita la kermesse e che molte volte ha ospitato me e il mio lavoro, IO AMO le persone e gli artisti, che si stanno raccogliendo per costruire una possibilità nell’arte per conoscere il presente.

AMO è anche oggetto “pungente” e pericoloso, utile per affrontare la fame, per tentare la pesca o meglio la ricerca in mare o in quei luoghi liquidi che nascondono ai nostri occhi ricchezze, nutrimento e mistero; una tecnologia antica per arrivare al fondo e soddisfare lo stomaco, la curiosità o la voglia di avventure.

Quindi il mio AMO, il mio AMORE e il mio “pescare”, si “divide”, si specifica e si esplicita in a.m.o:
ARTE, MARCHE, OLTRE,  articolandosi in soggetto: l’ARTE, in luogo: le MARCHE, in un tempo: OLTRE.

Il mare dell’Arte Contemporanea è una possibilità di scoperta, sia per chi lo ama navigandolo come artista , sia per chi lo ama osservandolo dalla riva, è un luogo da pensare per pensare, immaginare, scoprire; in questo mare alcuni piccoli pesci, si sono rivolti con ”la coda in mare” e la testa verso la riva, offrendo le loro immagini, le loro parole, il loro lavoro.

a.m.o, arte Marche oltre è il luogo di incontro tra questi “pesciolini d’oro” dell’arte e chiunque voglia interrogarli e conoscerli, un luogo di scambio per riconoscersi sulla riva e incamminarsi insieme in una migrazione comune verso una possibilità nuova, un tempo nuovo, forse un oltre.

Max Bottino

Giugno 2016

I Commenti sono chiusi

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK