Sponge ArteContemporanea
Nona stagione espositiva – IL NUMERO PERFETTO

Domenica 26 marzo alle ore 12 Casa Sponge inaugura il terzo appuntamento della nona stagione espositiva intitolata Il Numero Perfetto. Casa Sponge (Sponge Living Space) ospita il progetto Secret Garden di Alessandra Calò curato da Roberta Aureli e con l’occasione dà inizio alla collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Urbino ospitando un’opera di Claudio Zorzi, studente del corso di Tecniche e Tecnologie delle Arti Visive tenuto da Giuseppe Stampone.

Dislocate nelle stanze della casa e quasi confuse con il suo mobilio, nove scatole nere inquadrano i ritratti fotografici di personaggi femminili appartenuti a un’epoca passata. Uno sguardo più vicino, e ci accorgiamo di quanto è racchiuso al di là delle cornici: proprio come un giardino segreto a cui non abbiamo accesso e che ci è consentito spiare soltanto per un attimo, gli erbari fatti a mano dall’artista si rivelano dietro le lastre negative.

Alessandra Calò attua così un recupero che è sia fisico che mnemonico. Fisico, perché rintraccia nei mercatini dell’usato materiale fotografico prodotto nel secolo scorso. Mnemonico, perché riconsegna al presente le possibili storie delle donne ritratte. Nove scrittrici, poetesse e cantanti sono state infatti invitate a comporre brevi testi liberamente ispirati a quei volti anonimi, in un esercizio parallelo di indagine e riscoperta del sé. Storie narrate in prima persona, firmate, come sottratte alle pagine ingiallite di una lettera o di un diario personale in cui ancora una volta ci ritroviamo a curiosare.

Secret Garden, vincitore del circuito off di Fotografia Europea (2014), del Premio ORA (2015) e del Combat Prize (2016), è stato presentato per la prima volta presso Palazzo Brami a Reggio Emilia ed è stato esposto in diverse gallerie in Italia e all’estero. A Casa Sponge, tra l’intimità offerta dagli ambienti domestici e il verde degli spazi esterni del giardino, l’installazione trova ora la sua cornice ideale.
Le autrici che hanno collaborato a Secret Garden per questa esposizione sono: Mari Accardi, Maria Teresa Grillo, Letizia Cesarini, Francesca Genti, Maria Grazia Guidetti, Silvia La Ferrara, Oriana Mariotti, Klaus Miser, Veronica Costanza Ward.

A seguito della collaborazione attivata tra Sponge e l’Accademia di Belle Arti di Urbino che si è concretizzata nelle due giornate di incontro e studio visit svoltesi gli scorsi 14 ed 15 marzo si viene a creare un ponte d’azione concreto tra il corso di Tecniche e Tecnologie delle Arti Visive e l’associazione che per ogni mostra della stagione darà modo ad un giovane artista allievo di Giuseppe Stampone di esporre un’opera nella propria sede. In questa occasione verrà esposto un dipinto di Claudio Zorzi. Giovane studente dell’Accademia che con un ductus intenso rievoca la pittura della tradizione, distanziandosene allo stesso tempo con soluzioni formali nuove che astraggono i soggetti verso una dimensione concettuale della rappresentazione.
La mostra inaugura a Casa Sponge domenica 26 marzo 2017 alle ore 12 e sarà visitabile su appuntamento fino al 14 maggio . Durante il vernissage uno degli ambienti della casa ospiterà l’installazione sonora legata a Secret Garden, con la voce di Dalila Longo.

Biografia
Alessandra Calò crea opere al confine tra fotografia e arte contemporanea. Grazie all’utilizzo di antiche tecniche di stampa, reinterpreta materiali preesistenti e si avvale della tecnica per un recupero memoriale. Le sue opere scavano nel passato per tentare un dialogo col presente, un tempo in cui tutti hanno la possibilità di esistere nella forma di esseri senzienti, fantasmi o prefigurazioni. Tra i suoi progetti installativi ricordiamo: NDT – omaggio alla conservazione dell’immagine e agli album di famiglia – Vite senza Fine – allegoria sul tema del lavoro e indagine documentaria sugli operai delle Officine Meccaniche Reggiane – Fotoscopia – particolare interpretazione dei 50 anni dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia – Secret Garden, intreccio di fotografia, botanica e letteratura per trattare il tema della riscoperta del se. Le sue installazioni sono pubblicate su importanti testate giornalistiche (Marie Claire Maison, Elle decoration UK, Left, Vogue, L’Espresso, TuStyle, Tableau) ed esposte in festival e fiere internazionali (Fotofever, Art the Hague, Les Rencontres d’Arles, la Nuit de la PhotographieContemporaine, Huntenkunst, Fotografia Europea, Printemps Photographique). Vive a Reggio Emilia, dove alterna l’attività artistica a quella di fotografa freelance.

I Commenti sono chiusi

Iscriviti alla Newsletter!
Categorie
Archivi
Questo sito utilizza i cookies - This website uses cookies
OK