INCROCI

 

Titolo: INCROCI Artisti: Marco Bacoli, Sara Bisacchi, Edoardo Loi, Delphi Morpurgo, Arianna Pace, Simona Pavoni, Fabio Perino, Enrico Pierotti e Ricardo Aleodor Venturi A cura di: Lucia Camela Inaugurazione: domenica 23 Febbraio ore 12:00 Luogo: Casa Sponge, Via Mezzanotte 84 – 61045, Pergola (PU) Durata: 23 Febbraio – 29 Marzo Orario di apertura: su appuntamento Info: spongecomunicazione@gmail.com | spongeartecontemporanea.net | +39 339 4918011

Domenica 23 Febbraio, ore 12:00, si apre la mostra collettiva INCROCI, a cura di Lucia Camela. Ritorna il numero 9, come le stanze del casale marchigiano, simbolo di conclusione per coincidenza e cabalico protagonista delle mostre di chiusura delle stagioni espositive a Casa Sponge. Una chiave numerica con cui è possibile anche aprire nuovi usci. INCROCI porta così a Mezzanotte 9 artisti: Marco Bacoli, Sara Bisacchi, Edoardo Loi, Delphi Morpurgo, Arianna Pace, Simona Pavoni, Fabio Perino, Enrico Pierotti e Ricardo Aleodor Venturi. Tutti nati negli anni novanta, voluti per tentare di innestare/innescare nuovi dialoghi e nuove dinamiche culturali nel territorio marchigiano. Il progetto nasce da conoscenze e conversazioni spontanei, dalla comune intenzione di far fermentare proposte di arte contemporanea. INCROCI porta perciò in dialogo Lucia Camela e Giovanni Gaggia, con focus di discussione l’avvicinamento di giovani artisti a Casa Sponge per generare nuove azioni culturali. Un secondo ed importante incrocio, Lucia Camela – Enrico Pierotti – Ricardo Aleodor Venturi, porta poi delle giovani voci artistiche a sommarsi con una propria ricerca legata alla natura, allo spazio domestico, al linguaggio del corpo. Da qui si dipana pienamente INCROCI: ognuno dei due artisti, con la guida di Lucia Cameli, coinvolge a sua volta nel progetto colleghi legati trasversalmente al territorio marchigiano. Nove germogli, vitali per lo sviluppo di nuove azioni e costellazioni. INCROCI è una azione attiva, in essere, un laboratorio aperto, una risorsa ed una possibilità di sviluppo culturale. 

INCROCI è visitabile su appuntamento fino al 29 marzo 2020

Info: spongecomunicazione@gmail.com | +39 339 4918011

Biografie: Marco Bacoli: è nato nel 1990 a Sassocorvaro in provincia di Pesaro e Urbino, dove vive e lavora. Ha iniziato i suoi studi all'Istituto Statale d'Arte di Urbino nella sezione "Cinema di animazione e fumetto"; si è diplomato nel 2009. Lo stesso anno si è iscritto al corso di pittura all'Accademia di Belle Arti di Urbino. Nel 2014 ha ricevuto la laurea triennale e ha continuato gli studi al biennio specialistico di pittura. Nel 2016 si è laureato col massimo dei voti.

Sara Bisacchi: nasce a Rimini (RN) 07/10/ 1994. Consegue il Diploma di primo livello in Pittura all’ Accademia di Belle Arti di Urbino nell’anno 2017. Nel 2019 ottiene il Diploma di secondo livello in Pittura Arti Visive Contemporanee all'Accademia di Belle Arti di Urbino. Nel 2018 ha organizzato e partecipato a L'ABITANTE (Pesaro), mostra a cura di Adele Cappelli. Vive e lavora tra Pesaro e Savignano sul Rubicone. Edoardo Loi è nato a Lugo (RA) nel 1993. Consegue il Diploma di primo livello in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Urbino nell’anno 2017. Nel 2018 ha organizzato e partecipato a L'ABITANTE (Pesaro), mostra a cura di Adele Cappelli. Influenzato ed ispirato dall'attività dei genitori, entrambi massaggiatori e insegnanti di Yoga, pratica fin da bambino arti marziali approfondendo anche lo Yoga dall'adolescenza, che insegna nel centro di famiglia. La costante ricerca attraverso il corpo risuona nel suo percorso artistico.

Delphi Morpurgo: nasce a Savigliano ( CN) nel 1992. Vive e lavora a Trieste. Nel 2013 si diploma in pittura presso il Liceo artistico E.U.Nordio di Trieste. Nel 2015 frequenta il corso di pittura con Ihrina Nakhova presso la Salzburg Summer Academy. Arianna Pace nata a Pesaro nel 1995, città dove attualmente vive e lavora. Da poco laureata all’Accademia di Belle Arti di Urbino, la sua ricerca artistica si focalizza su quel campione di paesaggio che non appare al primo sguardo dello spettatore; l’interazione tra i vari elementi che lo compongono, la sua formazione, i processi che hanno agito su di esso, che lo hanno modificato e che continuano a farlo. Tentando una sorta di sopravvivenza di quest’ultimo, mi lascio ispirare dalle forme naturali presentando un paesaggio suggerito dalla loro presenza.

Simona Pavoni: nata a San Benedetto del Tronto (AP) nel 1994, attualmente vive e lavora a Milano. Nel 2018-2019 studia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano e nel 2017 consegue il Diploma di primo livello presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino. È tra i selezionati a partecipare alla Biennale di Architettura e Urbanistica di Seoul nel progetto Commoning Cities di Giuseppe Stampone nel 2017, lo stesso anno viene selezionata tra i finalisti del Premio Nazionale delle Arti e si trasferisce a Milano dove inizia i suoi studi di scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera, a Milano espone in diversi collettivi ed esposizioni di arte pubblica. Nell’estate del 2018 vince una residenza a Londra presso Colart, e viene nuovamente selezionata per il Premio Nazionale delle arti 2018 con sede a Palermo. È co-fondatrice, con altri giovani artisti, di una associazione culturale con sede a Milano, Studio Scalzo. Nel dicembre 2019 è stata invitata a partecipare alla settima edizione del Premio Lissone Design in cui riceve una menzione d’onore per la serie di sculture Custodia. 

Fabio Perino: Torino, 1990. Vive e lavora a Torino. Dopo la laurea in Economia Aziendale, decide di cambiare drasticamente il suo percorso. Si forma presso l’Accademia delle Belle Arti di Firenze, seguendo un rigoroso percorso classico, che continua ad offrire un termine di confronto prezioso per la sua ricerca contemporanea. L’incessante esplorazione dei materiali e il dialogo critico con la storia dell’arte sono declinati a favore di una ricerca sul tempo presente e sull’attualità delle premesse concettuali da cui esso origina.

Enrico Pierotti: nasce a Fano (PU) nel 1994 dove attualmente vive e lavora. Ha iniziato i suoi studi artistici presso la Scuola del Libro di Urbino nella sezione di Incisione e illustrazione del libro, diplomandosi nel 2013. Nello stesso anno si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Urbino nella sezione Pittura, per poi laurearsi nel 2017.

Ricardo Aleodor Venturi: è nato a Pesaro (PU) nel 1994. Dopo il diploma alla Scuola del Libro di Urbino, sezione incisione, si iscrive all'Accademia di Belle Arti della medesima città, laureandosi al triennio di Pittura con il massimo dei voti 110 e lode, nel corso di Luigi Carboni. Frequenta per un periodo di sei mesi la PXL – Mad ad Hasselt, Belgio, nella cattedra di Koen Van Den Broken, all'interno del programma Erasmus. Ha partecipato a importanti concorsi e mostre collettive nazionali e internazionali e nel 2020 iniziano le prime mostre personali tra cui M-are non cerca M-ere, ma M-ire a cura di Flavia Motolese, Satura Art Gallery, Palazzo Stella, Genova (GE).